Coronavirus: che cos’è e quali sono le avvertenze per i viaggiatori

Il 31 dicembre 2019, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha rilevato un numero crescente di casi di polmonite di causa sconosciuta nella città di Wuhan, capitale della provincia di Hubei, in Cina.

Una settimana dopo, il governo cinese ha confermato la presenza di un nuovo virus associato ai casi di polmonite: si tratta del Corona virus. Attualmente il Coronavirus si è già diffuso piuttosto rapidamente in Giappone, Corea del Sud, Taiwan, Tailandia, Stati Uniti e alcuni casi sono sotto osservazione in Messico.

Fuente: OMS (Who.int)

Che cos'è il Coronavirus e quali sono le avvertenze per i viaggiatori?

Fit2Trip ha contattato il Ministero della salute per ricevere maggiori informazioni e offrire suggerimenti per aiutare a prevenire l'ulteriore diffusione del virus.

Secondo il Ministero della Salute del governo italiano, il nuovo Coronavirus (2019-nCoV) è un nuovo ceppo di questa vasta famiglia di virus mai identificato nell’uomo prima d’ora. Può causare sintomi che vanno dal comune raffreddore a malattie ben più gravi, come la polmonite, e in alcuni casi può essere fatale. La malattia respiratoria causata dal nuovo Coronavirus è stata chiamata COVID-19.

Quali sono i sintomi più comuni?

Dopo il contagio, il periodo di incubazione varia fra 2 e 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni. I primi sintomi includono tosse, mal di gola, febbre e difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l'infezione può causare polmonite, insufficienza respiratoria, insufficienza renale e persino la morte. I casi più preoccupanti di solito si verificano nelle persone anziane o in coloro che soffrono di qualche altra malattia, come malattie cardiache, patologie respiratorie o immunitarie.

Come viene trasmesso?

Trattandosi di un virus respiratorio, un contatto diretto con un animale o persona infetta, ad esempio tramite la saliva, tossendo e starnutendo, o tramite contatto diretto tra mani contaminate e bocca, naso o occhi, aumenta il rischio di contagio. La trasmissione a distanza di una o due metri sembra comunque improbabile. La via di trasmissione principale resta quella respiratoria, non quella da superfici contaminate, come recentemente dichiarato da uno studio tedesco secondo cui il nuovo coronavirus resterebbe attivo sulle superfici per circa 9 giorni.

Se faccio un viaggio in Cina, sono a rischio?

Come valutato dall'Organizzazione mondiale della sanità, non vi sono restrizioni ai viaggi e al commercio con la Cina. Tuttavia, il 30 gennaio 2020, le autorità italiane hanno disposto la sospensione del traffico aereo con la Cina. Si raccomanda, infatti, di evitare viaggi nella provincia dell’Hubei e di posticipare tutti i viaggi non necessari nel resto della Cina.

Qualora si decida di partire ugualmente, si consiglia di seguire le seguenti misure di igiene e di vaccinarsi contro l’influenza almeno due settimane prima di partire.

Raccomandazioni sanitarie da seguire DURANTE IL VIAGGIO

- Misure di igiene:

a. Igiene delle mani e igiene respiratoria:

  • Coprire la bocca e il naso con un fazzoletto (non con le mani) quando si tossisce o si starnutisce,
  • Lavarsi frequentemente le mani con acqua e sapone,
  • Evitare il contatto delle mani con occhi, naso e bocca,
  • Indossare le apposite mascherine, soprattutto in luoghi molto affollati,
  • Evitare il contatto diretto (mantenere almeno un metro di distanza) con persone affette da malattie respiratorie e non condividere effetti personali con gli stessi.

b. Rispettare le buone pratiche di sicurezza alimentare,

  • Evitare la carne o cibi crudi o crudi preparati in condizioni antigieniche,
  • Lavare correttamente frutta e verdura prima del consumo,
  • Prodotti di origine animale opportunamente preparati mediante cottura o pastorizzazione sono sicuri per il consumo
  • Evitare la contaminazione incrociata con cibi crudi,
  • Accertarsi di aver lavato le mani prima di mangiare,
  • Evitare di bere latte non pastorizzato.

Inoltre, dovreste evitare di visitare fattorie, mercati e fienili, e limitare il contatto con gli animali.

Quei viaggiatori con malattie o patologie preesistenti (ad esempio, malattie croniche come diabete, insufficienza renale, malattia polmonare cronica, immunodeficienza) hanno maggiori probabilità di sviluppare una malattia grave se infettati da 2019-nCoV.

Raccomandazioni sanitarie DOPO IL VIAGGIO

Se nelle due settimane successive al rientro in Italia si dovessero presentare sintomi relativi ad un’infezione respiratoria, come febbre, tosse, mal di gola, dovreste immediatamente richiedere assistenza medica, informando il medico del vostro recente viaggio, e minimizzare il rischio di contagio.

Misure preventive previste dalla Cina

Dal 22 gennaio, le autorità cinesi hanno implementato misure preventive per la salute pubblica, come la quarantena obbligatoria delle persone che hanno visitato Wuhan e la provincia dell’Hubei, la fornitura di maschere per la popolazione e la totale chiusura al traffico pubblico e aereo dal 23 gennaio da e per Wuhan.

Inoltre, luoghi pubblici come cinema, cybercafé, centri culturali e turistici sono stati chiusi e tutte le attività scolastiche sono state sospese.

Consigli di viaggio: quali sono le lineeguida del governo britannico

Fuente Gov UK Gov.uk

L'ufficio degli affari esteri del del Regno Unito (FCO) sconsiglia tutti i viaggi nella provincia di Hubei a causa dello scoppio del coronavirus.

Figure 3: CDC China (Chinacdc.cn)

Se ti trovi già in Cina, devi partire il prima possibile. Infatti, alcune compagnie aeree come British Airways e Virgin Atlantic hanno annunciato la sospensione dei voli da e verso la Cina continentale.

Dal 31 gennaio, parte dei dipendenti dell’Ambasciata e dei consolati britannici sono stati rimpatriati dalla Cina.

Quali sono le conseguenze del Coronavirus sulla mia assicurazione di viaggio?

Se si prevede di viaggiare all'estero per turismo o per qualsiasi altro motivo, il Ministero degli Affari esteri e l’Unione Europea raccomandano di registrare i propri dati personali presso il Registro dei viaggiatori, tramite cui sarà più facile reperire informazioni in caso di emergenza.

A causa dell’attuale situazione della salute pubblica in Cina, se stai pensando di fare un viaggio in Asia orientale dovresti prendere in considerazione tutte le informazioni fornite e consultare il tuo agente assicurativo di viaggio per conoscere quali destinazioni dell'Asia orientale sono coperte dalla tua assicurazione e quali invece non lo sono. Si ritiene che quei viaggiatori che si espongono intenzionalmente al rischio di un contagio, non potranno beneficiare dei vantaggi dell’assicurazione di viaggio: tutte le spese relative al viaggio, ad un eventuale ricovero ospedaliero, al trasferimento o al rimpatrio sarà infatti a carico dell’individuo e non ell’assicuratore.

Fit2Trip offre assicurazioni di viaggio per famiglie, coppie, viaggiatori individuali e persone con condizioni mediche preesistenti come asma, cancro, malattie cardiache e altri. Puoi scegliere tra singole polizze assicurative sanitarie o polizze multirischio, oltre al livello di copertura base, standard o premium. Puoi anche scegliere tra assicurazione singolo o multi viaggio e aggiungere attività estive.

Back to Articles